via Trento e Trieste, 1 - 66017 Palena (CH)
Scrittori, Storici, Sceneggiatori, ...

 

Giandomenico Scarpelli
[Chieti 1957]

 

Biografia
Nato a Chieti nel 1957, ha conseguito nel 1976 la maturità classica presso il Liceo Ginnasio "G. B. Vico" di Chieti. Nel 1981 si è laureato in Scienze Economiche presso l'Università degli studi di Siena con una tesi sull'utilizzo del prodotto interno lordo come parametro del benessere sociale.
Nel 1983, dopo aver vinto un concorso per titoli ed esami bandito dalla Banca d'Italia e aver frequentato un corso per l'inserimento nell'Istituto, è stato assunto presso l'Amministrazione Centrale-Servizio Mercati monetari e finanziari.
Nel 1985 ha conseguito il diploma di perfezionamento in Discipline Bancarie presso la Facoltà di Economia e Commercio dell'Università di Roma. Ha approfondito le tematiche inerenti il mercato finanziario e la gestione della politica monetaria frequentando numerosi corsi di formazione e stages in Italia e all'estero, tra i quali, nel 1993, il Central Bank Seminar organizzato dalla Federal Reserve Bank of New York. In Banca d'Italia si è a lungo occupato delle tematiche inerenti la gestione del debito pubblico, analizzando le caratteristiche finanziarie da attribuire ai titoli da emettere ai fini della copertura del fabbisogno dello Stato e collaborando all'organizzazione dei consorzi di collocamento e delle aste dei titoli pubblici.
Promosso funzionario nel 1988 e in seguito dirigente, tra il 1998 e il 2005 ha diretto la Divisione Prestiti Pubblici, unità operativa preposta all'effettuazione delle aste dei BOT, dei CCT e dei BTP nonchè alla gestione del servizio finanziario dei titoli. In quel periodo ha fatto parte di gruppi di lavoro - composti da esperti di banche e di varie istituzioni (Banca d'Italia, Ministeri del Tesoro e delle Finanzie, ABI) - incaricati di elaborare bozze di testi normativi per riformare la tassazione delle attività finanziarie e per disciplinare la ridenominazione in euro del debito pubblico e la dematerializzazione dei titoli di Stato. Tra il 1998 e il 2005 è stato il rappresentante della Banca d'Italia nel Working Party on Debt Management dell'OCSE. Ha inoltre partecipato ai lavori del Group on E. U. Bonds and Bills istituito dall'Economic and Finanzial Committee della Commissione Europea (sessioni 1999 e 2000).
Nel novembre 2005 è stato nominato responsabile dell'unità operativa della Banca d'Italia incaricata di svolgere le operazioni di politica monetaria, di effettuare le transazioni in cambi, di stimare il volume di base monetaria e di seguire le problematiche relative alla riserva obbligatoria delle banche. Dal 2006 è componente del Gruppo di lavoro dell'Eurosistema che si riunisce periodicamente presso la BCE per esaminare gli aspetti tecnici delle operazioni di politica monetaria.
Ha svolto attività di docenza su incarico della Banca d'Italia sia in corsi di formazione interni all'Istituto sia presso centri di ricerca e Università.
E' membro dell'Associazione Italiana Tesorieri Istituzioni Creditizie e Operatori di cambi (ATIC-FOREX).
Ha redatto il capitolo relativo all'attività della Banca d'Italia nel mercato dei titoli di Stato nel volume "La Banca d'Italia e i problemi del governo della moneta", a cura di A. Finocchiaro e A. M. Contessa (Banca d'Italia, Roma, edizioni 1994 e 2002). Ha inoltre pubblicato articoli in tema di debito pubblico su riviste econonico-finanziarie nonchè il volume "La gestione del debito pubblico in Italia", Edibank-Bancaria editrice (2001).
Cultore di studi storici e in particolare della storia economica e sociale dell'Abruzzo e del Meridione.

 

Opere
2008 - "Il silenzio delle origini"**

Il silenzio delle origini

 

**Volume consultabile nella biblioteca del Museo, opportunamente allestita.

 

Valid XHTML 1.0 Transitional