via Trento e Trieste, 1 - 66017 Palena (CH)
Scrittori, Storici, Sceneggiatori, ...

 

Artemio Antonio Tocco
[Palena (CH) 1931]

Artemio Antonio Tocco

Biografia
Artemio Antonio Tocco, nato a Palena il 28 aprile 1931, risiede attualmente in Australia. Un palenese che alla stregua di atmosfere che ricordano "Dagli Appennini alle Ande", ha conosciuto pagine intense, inenarrabili per loro mortificazioni e privazioni, della sua vita di Palena che hanno segnato profondamente la sua vita. La miseria dignitosissima e severa degli anni grami dell'anteguerra, le ferocie della guerra, il rientro a Palena in anni di sfacelo, la scelta dolorosissima dell'emigrazione, prima negli USA e poi in Australia. Dopo tanto cammino ci si aspetterebbe cambiamenti della persona ma non in Artemio che anzi motivato da profondissime nostalgie e da un candore d'animo che gli fa onore tratteggia con un linguaggio diretto e spontaneo pieno di "palenesità" gli anni della sua incredibile vita e soprattutto gli anni di Palena, restituendo momenti ed emozioni che sicuramente rimarranno per chi, magari, vorrà trarne insegnamento e valore delle proprie radici.

L'emigrante
Montagna, ricordo il tempo che stavamo con te,
quando eravamo ragazzi spensierati,
soltanto d'aria e sole innamorati
senza pensiero dell'avvenire.

Montagna, ora ci vedi tornare
da terre sconosciute tanto lontane
per farti un'altra volta compagnia
e rifarci una cantata piano piano.

Il tempo fin troppo ha camminato
il nostro cuore è rimasto spalancato
perchè siamo ancora innamorati
dei bei ricordi che ci hai dato.

Ci ricordiamo della giovinezza
quando giocavamo per la piazza
ci ricordiamo con tanta nostalgia
e diciamo sempre "oh Italia mia".

Giriamo per il mondo
con tanta gente differente,
senza bandiera. Siamo emigranti
dell'Italia, non possiamo scordarci.

Paese di montagna dove siamo nati,
non ti scordiamo più tutta la vita,
quando ce ne andammo fummo forzati
di lasciare quella casetta affumicata.

Ora tanto tempo è passato,
l'ansianità si è avvicinata,
siamo tutti pensionati,
abbiamo tante cose da raccontare.

O campane sante delle chiese,
che suonate a festa per tutti quanti,
suonate qualche volta una preghiera,
per le famiglie dei paesani emigranti.

 

Palena
Non fummo fortunati noi, giovani antichi,
lasciare l'amata patria e l'amore del paese,
in cerca di un tesoro ignoto
di valore meno della terra nostra...

Nei nuovi orizzonti, con ideali
tramandati dai nostri padri,
con il sudore della nostra fronte,
costumi, lingue, e razze differenti...

nel cuore la speranza...
ma solo il ricordo resta,
del profumo soave dei prati in fiore.
La nostra mente non cede...

vive nel cuore la nostalgia
di ritrovarci sui nostri monti,
odore di timo, mentuccia, ginestra in fiore
e le belle stelle alpine...

Le campane a festa delle chiese,
il canto degli uccelli di primavera,
il profumo delle mammole e viole,
le sorgerti d'acqua fresca, e aria pura...

Nel verde delle campagne,
le rondini nel cielo, al tramonto della sera,
i dolci canti, e i stornelli, era
l'allegria della gente nostra...

Inesorabile, il calendario corre veloce
verso il traguardo della vita,
lasciando le orme dell'amore
della nostra amata Palena...

 

Opere
1999 - "Le mie bandiere"**

Le mie bandiere

 

2001 - "I' paleneiesc'e d'e Palaien'e"**

I' paleneiesc'e d'e Palaien'e

 

**Volume consultabile nella biblioteca del Museo, opportunamente allestita.

 

Fonti
Palena - Viaggio nella memoria - Nando Napoleone

Valid XHTML 1.0 Transitional